il criceto sulla ruota

the hamster wheel il criceto sulla ruota

Società: dolcetto o scherzetto?

Viviamo le nostre vite secondo il ritmo che impone la nostra società, in cui il “dolcetto” è sempre ben accetto per alleviare le tensioni. Il dolcetto sta proprio lì, sulla ruota che cavalchiamo ogni singolo giorno. A volte dà la spinta che ci fa sperare in un futuro migliore – principalmente per noi stessi – mentre siamo alla stregua del “controllo” per indirizzare il nostro futuro verso il successo. A volte, alcuni di noi, lo fanno vedendo ciò che vogliono vedere, credendo ciò in cui non si dovrebbe credere.

Il Web per la “riabilitazione”

Oggigiorno viviamo le nostre possibilità principalmente nel Web, che è la tela sulla quale disegnamo noi stessi… la tela è… appiccicosa.
Si attacca alle nostre abitudini, le cambia, si evolve velocemente, più veloce di quanto non lo si riesca a fare noi ed è anche per questo motivo che è lui, il Web, che ci guida.

Tonnellate di smartphone

Come ci piacciono i nostri smartphone… dove, “al sicuro”, si trova un bel pezzo del nostro mondo. Installiamo App “gratuite”, come “gratuiti” sono i servizi che utilizziamo fornendo preziose informazioni ai nostri “Domatori”… Oh lori sì, ci fanno girare veloce sulla nostra ruota. Informazioni e dati di utilizzo quotidiano sono la nostra moneta di scambio: una grossa fetta della nostra vita privata non è privata affatto.  Nella peggiore delle ipotesi, nel momento in cui ci tuffiamo nel monitor, “pascoliamo” sicuri all’interno del recinto dove i “Domatori” ci lanciano prodotti ad hoc e consigli fatti su misura intesi per farci trovare quello che loro vogliono farci trovare. Ed è così che spesso i nostri gusti sono guidati dal potere della conoscenza, quella dei “Domatori”.

La Divisione Televisione

La TV è principalmente il trionfo del grottesco, un fenomeno da baraccone che sguinzaglia ogni tipo di “dogma”. È capace, nel modo migliore, di venderci la peggiore e più distorta chiave di lettura della società.  Sdogana l’ Osceno annichilendo il nostro senso di decenza oltre ogni limite. Ha il potere di riuscire a far leva sulla dipendenza delle persone per cose che diventano sempre più abituali sebbene non dovrebbero: la guerra che diventa un triste spettacolo televisivo, per citarne una.
La televisione definisce cosa è cosa e chi è chi: Ma TU CHI sei? COSA sei TU?
La televisione è un prodotto usa e getta.

Accetta la cosa e non rompere

No, non si può tornare indietro nel tempo, tantomeno rifiutare un futuro senza sapere cosa possa portare, né è possibile rifiutare la società in cui viviamo in tutto e per tutto, ma scommetto che potremmo vivere una vita di gran lungo più “Social” e sana rifiutandoci di abusare di alcune malsane abitudini e dei social network.
Sempre di più tendiamo a svuotare le parole del loro significato originale. Le parole sono importanti, e “Social” è una di quelle.

Usatela, non abusatela

E comunque sia, la ruota può essere molto divertente… spesso lo è; ma mai dimenticare come si fa a correre con le proprie gambe.
La vita è complicata e lo è ancora di più se credi di essere il pilota di quella ruota.

L’ Arte non ci spazzerà via

Guardando indietro al periodo della scuola, qualcuno ricorderà forse le lezioni di filosofia e la corrente dell’ Idealismo (soprattutto tedesco), che è quel gruppo di filosofie che ritengono la realtà, o la realtà come la conosciamo, come fondamentalmente mentale, fabbricata dalla mente, in altre parole immateriale.
A volte credo che l’ irrazionalità della propulsione creativa, che chiamiamo “capacità artistica”, salverà il mondo.

 

Il Filosofo Arthur Schopenhauer scriveva:
“Die Musik ist die höchste Kunstform. Sie bringt Selbstentzweiung und Kampf auf dem höchsten Niveau zum Ausdruck”

“La musica è la più alta espressione artistica. Lei è capace di elevare il conflitto, la battaglia interiore ai massimi livelli di espressione.”

 

L’ Arte è la chiave per trasfigurare quel criceto sulla ruota.

 

Leggi il testo di “Hamster Wheel”